sabato 8 febbraio 2014

A 16 ANNI COSTRUISCE UNA MANO BIONICA PER UN RAGAZZINO DI 9 CON LA STAMPA 3D

Mason Wilde
Intraprendente e con le idee chiare il ragazzo di 16 anni appena e di nome Mason Wildedel  Kansas,  che ha progettato e  stampato con una stampante 3D una protesi della mano per un bambino di 9 anni figlio di amici di famiglia permettendo così al piccolo di usare le dita per la prima volta. Come stampante 3D ha usato quella della biblioteca della contea.

Il video che vediamo è stato pubblicato pochi giorni fa su YouTube, ma già ha fatto il giro del mondo.


Wilde ha cominciato a nutrire interesse verso le protesi stampate in 3D quando il giovane Matthew, che ha solo parte delle dita nella mano destra, ha visto online le foto delle “Robohand”. 

Il modello originale della  protesi  era stato progettata dall’artista Ivan Owen e da un falegname sudafricano Richard Van As, venendo poi  pubblicata da Thingiverse, un portale che permette di scaricare modelli di design 3D realizzati da altri. Questo era quello che Matthew cercava, ma la mamma non aveva la più pallida idea di come realizzarla.
Il costo di una protesi in vendita era al di sopra delle loro possibilità finanziare (si aggira sui 18.000 dollari)

La madre però conoscendo le abilità di Mason, l’ha interpellato per chiedere un aiuto.
Il ragazzo dapprima ha scaricato i disegni del modello e dopo otto ore di stampa 3D presso la Jason County Library, ha realizzato la mano per il piccolo Matthew.
Il tutto con un costo di appena 60 dollari di materiale. 

“Ero felice, felice, felice” ha detto Matthew ad un quotidiano locale

La stampa 3D viene già da anni utilizzata per la realizzazione di protesi, o nell'ortodonzia, ma questo tipo di strumenti stanno diventando sempre più diffusi ed economici, permettendo a chiunque di realizzare complessi meccanismi e oggetti a costi molto bassi.


Nessun commento:

Posta un commento